Gloria di San Gennaro di Francesco Solimena - Complesso Monumentale Donnaregina

I COLORI DEL MUSEO DIOCESANO
Rosso – Febbraio 2019

Centro dell’attività dei Padri Oratoriani (o “Filippini”, dal nome del Santo fondatore Filippo Neri) fu il Complesso Monumentale dei Gerolomini (o “Girolamini”, dal nome della chiesa romana di San Girolamo nella quale l’Ordine ebbe la sua prima casa): la Congregazione venne riconosciuta da Papa Gregorio XIII nel 1575 ed introdotta a Napoli appena undici anni dopo.

Particolare Gloria di San Gennaro - Francesco Solimena - Complesso Monumentale Donnaregina

Gli interni della grande basilica affacciata lungo Via dei Tribunali saranno decorati dai più importanti nomi del panorama napoletano tra XVI e XVII secolo: Belisario Corenzio, Fabrizio Santafede, Luca Giordano (nell’intera controfacciata con l’eloquente “Cacciata dei mercanti dal tempio”) accanto a un Pietro da Cortona, Federico Zuccari e Guido Reni1.
L’altro caposaldo della pittura barocca, Francesco Solimena, realizzerà tra 1727 e 1730 l’intera decorazione del Cappellone di San Filippo con le “Storie del Santo”, oltre i pennacchi della cupola dai quali proviene il bozzetto conservato al Museo Diocesano2.

Particolare Gloria di San Gennaro - Francesco Solimena - Complesso Monumentale Donnaregina

Il Patrono di Napoli è qui raffigurato assiso su un cumulo di nubi, attorniato da quattro angeli, due dei quali reggono gli attributi iconografici propri del Santo, cioè la mitria (in quanto Vescovo) ed il ramo di palma (in quanto martire).
Gennaro nella mano sinistra impugna la teca-reliquiario entro la quale sono collocate le due famose ampolle contenenti il suo stesso sangue.

Nonostante la composizione sia, nei panneggi e nella sua solennità, espressione tipica del gusto barocco, nell’insieme sono percepibili una certa compostezza e l’assenza di quell’esuberanza e movimentazione comunemente associata invece alle produzioni del tempo: «Solimena propone un sempre più rigoroso controllo classicista teso a razionalizzare le precedenti tendenze»3.


1 Cfr R. MIDDIONE, La chiesa dei Girolamini, in AA. VV., Napoli sacra – VIII, Edr, Napoli 2010, 493-506

2 Ibidem, 502-503

3 A. D’AMATO, in P. L. DE CASTRIS, Il Museo Diocesano di Napoli – Percorsi di Fede e Arte, EDR, Napoli 2008, 158

Visita il Complesso Monumentale Donnaregina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *