madonna in trono e santi - complesso monumentale donnaregina

I COLORI DEL MUSEO DIOCESANO
Bianco – Febbraio 2019

Per la chiesa “esterna” (cioè accessibile al popolo) del Monastero di clausura femminile di Santa Patrizia, Fabrizio Santafede dipinse la grande tela dell’altare maggiore ora collocata al centro della seconda cappella della chiesa di Donnaregina Nuova.
Il Santafede qui, in un’opera oramai della sua tarda produzione, riesce a mettere assieme monumentalità e familiarità, grandiosità dell’insieme e vicinanza all’astante1: molti volti della numerosa schiera di Santi raccolti attorno al trono di Maria guardano infatti direttamente all’esterno della scena stessa, di fatto coinvolgendo chi vi si trova dinanzi alla contemplazione della Regina del Cielo. Palme, croci, mitrie ed altre insegne ed attributi compaiono in qua e là tra i personaggi, impedendo però nella loro genericità l’identificazione di persone specifiche; questo non significa che il Santafede non abbia perseguito un preciso disegno d’insieme, previamente immaginato.

particolare madonna in trono e santi - complesso monumentale donnaregina

Entro un ideale ovale è racchiusa la Madonna col Bambino in braccio, attorno circondata da ali di Santi e Sante (alcuni riconoscibili: in basso da sinistra San Domenico, Stefano, Gennaro e Sebastiano, mentre appena sopra agli estremi San Pietro, Giovanni Battista e Francesco d’Assisi); in alto gli angeli reggono il globo dell’Eterno Padre benedicente, apparso tra le verdi cortine aperte ed annodate all’architettura laterale bugnata, come di un portale.

particolare madonna in trono e santi - complesso monumentale donnaregina

Tra i numerosi titoli associati al nome di Maria nelle Litanie lauretane troviamo “Regina martyrum”, “Regina virginum”, “Regina sanctorum omnium” etc. La Vergine è dunque modello per la vita cristiana, modello che ha ispirato molti in ogni tempo per una vita di santità: essa non è mai separata dal Cristo, è sempre associata al Redentore.
La Chiesa non contempla vita mariana che non sia anzitutto vita cristiana: Maria col suo «Avvenga per me secondo la tua parola» (Lc 1, 38) può esserci di ispirazione proprio perché rimandante a Cristo.

particolare madonna in trono e santi - complesso monumentale donnaregina

Il “Sì” che disse all’Arcangelo Gabriele è lo stesso “sì” che schiere innumerevoli di Santi e Sante e uomini e donne hanno a loro volta pronunciato: questo insegnamento potremmo trarre dall’opera dipinta dal Santafede, da quella familiarità riscontrabile negli sguardi che ci interrogano, cioè che nessuno di quei nomi, nessuna di quelle straordinarie esistenze, sono degli “irraggiungibili”.


1Cfr N. DI BLASI, in P. L. DE CASTRIS, Il Museo Diocesano di Napoli – Percorsi di Fede e Arte, EDR, Napoli 2008, 98

Visita il Complesso Monumentale Donnaregina

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *