Ignoti scultori
(prima metà secolo XVIII)

Sant’Anna e la Vergine bambina

Marmo scolpito; ø cm 100

Il nome Anna viene dall’ebraico Hannah e vuol dire “Dio ha avuto pietà”. Ben si addice alla moglie del ricco Gioacchino che, dopo vent’anni di matrimonio senza prole, mette al mondo una bambina, a quei tempi davvero fuori tempo massimo (ragion per cui è venerata da quante desiderano ardentemente concepire un figlio o sono in ansia per esser rimaste gravide in età avanzata). Qui la nonna di Gesù è ritratta appunto mentre, sorridente, stringe a sé tra le braccia la piccola Maria, incurante del fatto che in nessun passo dei Vangeli sia mai citata. Infatti la sua presenza nelle vicende del Cristo si basa soltanto sulla genealogia tramandata e sulle notizie recuperate in testi apocrifi (soprattutto nel Protovangelo attribuito all’Apostolo Giacomo).