Pietro Torres 

(doc. a Napoli tra il 1591 e il 1603)

Madonna delle Grazie coi Santi patroni di Napoli

Olio su tavola; cm 240 x 160
Prov.: Napoli, chiesa di Gesù e Maria, già nella chiesa e congrega di Sant’Andrea dei calzettari

Sotto lo sguardo della Vergine, ecco sette vescovi, nel novero dei protettori di Napoli, raffigurata al centro della tavola, con la sua costa e il suo porto antico, minacciata dal Vesuvio in eruzione. In realtà di Santi se ne vedono solo sei: a sinistra, l’illustre Gennaro, con le sue immancabili ampolline; Agrippino, devoto e intercessore di miracoli; Eufebio (o Eframo), pastore e taumaturgo; Severo, sotto il cui episcopato furon costruite molte chiese. A destra, Agnello abate sventola il suo vessillo, e Aspreno benedice la città lontana in balìa del suo vulcano. Manca Atanasio, strenuo difensore della libertà ecclesiale contro le ingerenze del potere temporale, di cui intravvediamo la punta della mitria dietro quella di Gennaro.